ADDOMINOPLASTICA

Eliminare pelle, grasso e smagliature di un addome flaccido, correggere diastasi dei muscoli retti e ernie





Addominoplastica

Per eliminare gli inestetismi dell’addome e rinforzare la parete muscolare


L’addominoplastica è un intervento di chirurgia plastica per donne e uomini che permette di migliorare l’aspetto estetico dell’addome, riducendo le eccedenze di pelle, gli accumuli di grasso e le smagliature, e allo stesso tempo migliorare il rilassamento della parete muscolare, che appare flaccida e rilassata specialmente dopo una o più gravidanza. L’addominoplastica consente di appiattire il profilo corporeo e di snellire i fianchi, risultando anche in una riduzione del girovita. Non va però confusa con un intervento per trattare l’obesità, nonostante possa essere d’aiuto per i pazienti ex obesi che desiderino migliorare la propria forma fisica. L’addominoplastica può avere un obiettivo funzionale e consentire la riduzione di ernie ombelicali, ernie addominali e laparoceli utilizzando cicatrici meno visibili.

Per chi è indicato l’intervento di addominoplastica

L’addominoplastica è indicata per chi presenta un’evidente adiposità addominale, per le donne che dopo la gravidanza mostrano un addome estremamente rilassato e con eccessi cutanei (addome pendulo) oppure con la frequente diastasi dei muscoli retti ma anche per chi ha subito un brusco dimagrimento, ad esempio per curare una grave obesità.

Come si svolge l’intervento

L’intervento di addominoplastica si effettua in anestesia generale e ha una durata compresa tra le due e le quattro ore. Si inizia eseguendo un disegno dell’incisione orizzontale addominale regolabile in funzione di uno slip più o meno sgambato, in parte simile a quella da parto cesareo,al di sopra del pube, allungata obliquamente verso le spine iliache. Anche l’ombelico viene inciso tranne che nel caso di addominoplastica sotto-ombelicale meno invasiva, cosidetta miniaddominoplastica. L’intervento prosegue con lo scollamento sino sino alle arcate costali e successivamente con l’eliminazione della pelle e del grasso in eccesso tra ombelico e pube. Dopo aver verificato la funzionalità della parete muscolare ed effettuato una eventuale correzione (suture delle fasce addominali con ripristino del tono muscolare e del profilo, sintesi dei muscoli retti, ernioplastica, applicazioni di reti riassorbibili o permanenti) si procede con lo scorrimento del mantello cutaneo inferiormente, con l’inserimento del drenaggio e con la chiusura della ferita chirurgica al di sopra del pube e a livello dell’ombelico. L’operazione si conclude con l’applicazione di una medicazione con bendaggio elastico compressivo, necessario per contenere l’edema che si manifesta sull’area operata e eventuali sanguinamenti della ferita chirurgica, e per favorire la corretta postura in fase di guarigione. Il ricovero solitamente è di uno-tre giorni e può dipendere dalle dimensioni dell’addome di partenza, dalle durata dell’operazione e dalle condizioni generali del paziente.

Addominoplastica:
Disegno dell’incisione addominale regolabile in funzione di uno slip più o meno sgambato, in parte simile a quella da parto cesareo allungata obliquamente verso le spine iliache, scollamento sottocutaneo ampio – l’ombelico viene inciso – sino alle arcate costali. Eliminazione della pelle e del grasso tra ombelico e pube. Controllo funzionalità della parete muscolare e sua eventuale correzione (diastasi muscoli retti, rilassamento muscoli obliqui sui fianchi). Scorrimento del mantello cutaneo inferiormente e chiusura della ferita chirurgica.

Mini addominoplastica:
I: incisione orizzontale sopra il pube come da parto cesareo, scollamento fino all’ombelico senza inciderlo, lipoaspirazione del grasso in eccesso di tutto l’addome, eliminazione della pelle in eccesso e chiusura della ferita. Adatta a persone con modica “pancetta” e con pelle ancora elastica.
II: incisione solo intorno l’ombelico, scollamento superiore ed inferiore, correzione di diastasi muscoli retti o di ernia ombelicale, lipoaspirazione ai fianchi, riduzione modesta della pelle in eccesso intorno l’ombelico.

Decorso post-operatorio

Nelle quarantotto ore successive all’intervento di addominoplastica, il paziente deve rimanere a riposo, con la schiena sollevata o le gambe piegate per ridurre la tensione presente sull”addome disteso. Nei primi due giorni può comparire gonfiore intorno all’area trattata. A partire dal quinto-settimo giorno il paziente può tornare alla vita normale, evitando però sforzi. Dopo circa sette-dieci giorni è possibile riprendere il lavoro, se non consiste in attività faticose e in caso di addominoplastica estetica. Generalmente, dopo quattro settimane si può tornare alla normale routine, inclusa l’attività fisica, a meno che si tratti di sport pesanti. Interventi su grandi addomi in pazienti obesi o su addomi con severi problemi funzionali la convalescenza è più lunga.

Interventi complementari all’addominoplastica

LIPOSUZIONE: in molti casi il rimodellamento dell’addome viene completato mediante lipoaspirazione del grasso sui fianchi, o nelle parti più periferiche dell’addome. In casi in cui la addominoplastica è controindicata o non consigliata la liposuzione dell’addome può rappresentare un buon compromesso chirurgico, meno invasivo, per ridurre la pancia o le cosiddette “maniglie dell’amore” nei fianchi.

Interventi differenti associabili all’addominoplastica

Per simultaneità degli inestetismi, nelle donne l’addominoplastica può essere associata a mastoplastica additiva. In seguito a una gravidanza, allo scorrere del tempo, a forti dimagrimenti, il seno femminile tende a svuotarsi o a rilassarsi. Sull’inestetismo causato dai un seno piccolo e svuotato si può intervenire in casi selezionabili riempiendo il seno con protesi inserite dall’addome, senza alcuna cicatrice visibile sulla mammella (Breast Augmentation TUBA-like: vedi mia tecnica chirurgica pubblicata). Contemporaneamente, si può effettuare un rimodellamento delle mammelle per ridurle o sollevarle con tecniche di mastoplastica riduttiva o di mastopessi.

Addominoplastica: risultati

Con l’addominoplastica generalmente si ottengono risultati molto efficaci. Per il mantenimento, è importante praticare esercizio fisico regolare e seguire un’alimentazione sana e bilanciata.

addomino-plastica-10-prima-dopo

Le informazioni sulle eventuali controindicazioni e complicanze di ogni intervento chirurgico saranno fornite durante la prima visita, in seguito all’esame del caso specifico.

Contatti

Dr. Egidio Riggio Partita Iva 04670810961

✆ lun-ven (9-19)CHIAMA ORA
+ +

Proseguendo su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie più info

Questo sito utilizza cookie per fornire la migliore esperienza possibile: continuando a navigare senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "OK" ne permetti l'utilizzo. Grazie!

Chiudi