RICOSTRUZIONE SENO

Ricreare forma e volume del seno perduto





Ricostruzione del seno

Chirurgia ricostruttiva della mammella dopo mastectomia e quadrantectomia


L’intervento di chirurgia ricostruttiva della mammella è considerato parte integrante della cura del tumore al seno. Muovendosi di pari passo con il processo di guarigione, l’intervento permette alla paziente di riprendere la propria quotidianità, affrontando la malattia anche sotto il profilo estetico e superando gli esiti deturpanti che possono condizionare la sua vita sociale e relazionale. Il tipo di ricostruzione e le tempistiche variano da donna a donna. Per ogni paziente va scelta la strategia più adatta. Si possono distinguere:

Ricostruzione del seno immediata

In seguito all’asportazione del tumore si può procedere con una ricostruzione del seno immediata con benefici di tipo oncologico (una maggiore radicalità permessa dalle potenzialità ricostruttive), fisico (un migliore risultato estetico) e psicologico per la donna (un sollievo immediato dall’effetto deturpante della demolizione dovuta alla perdita del seno).

Ricostruzione del seno secondaria

Si tratta di una ricostruzione mammaria differita dopo il termine del trattamento oncologico (chirurgia, chemioterapia, radioterapia), a distanza di almeno tre mesi dalla fine delle terapie.

Riparazione di ampie demolizioni

Questa modalità di ricostruzione mira a riparare l’area operata in caso di tumori infiltranti estesamente la pelle o la parete toracica, senza riprodurre il volume e la forma di una mammella.

Tecniche di ricostruzione seno

Ricostruzione con espansori

Protesi gonfiabili, inserite temporaneamente sotto i muscoli pettorali, allo scopo di espandere i tessuti rimasti dopo la mastectomia.

Ricostruzione con protesi

Protesi permanenti che vanno a sostituire gli espansori temporanei dopo alcuni mesi. In casi selezionati, possono essere inserite immediatamente quando la mastectomia è più conservativa (skin-sparing, nipple-sparing, skin-reducing mastectomy).consentendo una ricostruzione in unico tempo. Nel 2019 Il dott. Riggio ha pubblicato nella rivista britannica di chirurgia plastica  una sua tecnica che consente la ricostruzione direttamente con protesi senza bisogno di matrici di origine animale o reti di materiale sintetico, così mantenendo molto basso il rischio di complicanze post-chirurgiche.

Ricostruzione con lembi muscolo-cutanei

In seguito alla mastectomia, allestimento e trasferimento di lembi composti da pelle, grasso, muscolo e peduncolo vascolare, prelevati generalmente dall’addome (Transverse Rectus Abdominis Myocutaneous – TRAM – con risparmio di muscolo e fascia, Deep Inferior Epigastric Perforator – DIEP- con tecnica di trapianto microchirurgico) o dal dorso (Latissimus Dorsi Flap o lembo di gran dorsale).

Ricostruzione dopo quadrantectomia

Rimodellamento immediato per correggere la deformazione prodottasi è la soluzione ideale e consnete di ridurre e sollevare spesso la mammella sana controlaterale. SI utilizzano tecniche simili alla mastopessi con allestiemnto di lembi dermoghiandolari basati su penduncoli vascolari. Successivamente, dopo aver subito la radioterapia, sono possibili interventi secondari differenti, impiegando i descritti lembi musculocutanei a distanza (interventi riservati ai casi più deturpanti la mammella residua).Il lipofilling è una buona soluzione per correzioni medio-piccole, ripetibile più volte, ma da eseguire dopo un certo lasso di tempo. Sono altamente sconsigliate le protesi inserite al di sotto di tessuto mammario che ha subito precedentemente la radioterapia perché le complicanze salgono al 50-70% rispetto ad un 10-30% delle altre tecniche menzionate. .

Ricostruzione seno: risultati

I risultati che scaturiscono dalla ricostruzione del seno sono molto soddisfacenti. Attraverso l’intervento di ricostruzione è possibile risolvere tutta una serie di problemi, quali l’assenza di volume mammario e dell’areola, con evidente riscontro positivo da parte della  paziente sia sotto il profilo estetico sia da un punto di vista psicologico. Chiaramente non è possibile pensare di avere una mammella sensibile e morbida come quella sana, prima della comparsa del tumore e della demolizione chirurgica oncologica.

Contatti

Dr. Egidio Riggio Partita Iva 04670810961

✆ lun-ven (9-19)CHIAMA ORA
+ +

Proseguendo su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie più info

Questo sito utilizza cookie per fornire la migliore esperienza possibile: continuando a navigare senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "OK" ne permetti l'utilizzo. Grazie!

Chiudi