LIFTING FACCIALE

Contrastare l’eccesso di tessuti molli causato da scarsa elasticità della pelle, cedimento della muscolatura mimica e atrofia dei tessuti muscolo-scheletrici, fenomeni legati a invecchiamento e forza di gravità





Lifting facciale

Per combattere l’invecchiamento del viso e ringiovanire il proprio aspetto


L’invecchiamento cutaneo è un processo graduale che non segue le stesse dinamiche in tutte le persone. Oltre a fattori interni come la predisposizione genetica, a determinare e spesso accelerare l’invecchiamento della pelle incidono anche abitudini sbagliate nella vita quotidiana, come il vizio del fumo, una cattiva alimentazione, un’errata esposizione al sole e un’idratazione insufficiente. Al processo si uniscono inoltre i normali fattori naturali: la perdita di volume di alcune regioni della faccia, il progressivo cedimento della muscolatura e l’azione della forza di gravità che spinge i tessuti verso il basso. Il decadimento dell’aspetto giovanile del nostro può essere aggravato da periodi di forte dimagrimento, stress o malattie.. Per lottare contro l’invecchiamento cutaneo, a parte tutte le tecniche “non chirurgiche” di medicina estetica che devono avere soprattutto una funzione di prevenzione e di mantenimento graduale di un aspetto più luminoso e attraente del viso,  è possibile intervenire con tecniche chirurgiche di lifting facciale, che permettono di contrastare l’eccesso e la discesa dei tessuti molli causato dalla distensione e dalla assente elasticità della pelle, dal cedimento della muscolatura mimica verso il basso e dall’atrofia dei tessuti muscolo-scheletrici (tempie, mascellari, mandibola).

Tecniche di lifting facciale

Lifting sottocutaneo cervicofacciale: prevede uno scollamento sottocutaneo ampio, esteso ai solchi tra naso e guancia e nell’area vicino al mento, la successiva sospensione dello strato muscolo-fasciale e la sintesi del muscolo platisma nel collo.

Lifting profondo cervico-facciale: si interviene con due scollamenti (sottocutaneo e muscolo-fasciale). Si procede successivamente con l’elevazione della fascia sopra la parotide, dello SMAS includente  inferiormente il muscolo platisma che viene ancorato superiormente sullo zigomo e posteriormente nel collo.

Lifting composito facciale: prevede uno scollamento profondo ampio, che supera la parotide e giunge ai muscoli mimici zigomatici.

Come si svolge l’intervento

Generalmente il lifting facciale si effettua in anestesia locale con sedazione o in anestesia generale, In tutti i tre tipi di lifting facciali completi le incisioni partono dalla zona della basetta, proseguono in sede preauricolare (davanti l’orecchio, includendo o meno la pelle che riveste la cartilagine del trago) raggiungono il lobo inferiore dell’orecchio e terminano dietro l’orecchio lungo la linea dei capelli. Lo scollamento varia in base al tipo di lifting..  L’intervento dura da due a 5 ore, in day surgery o con ricovero di 1 notte.

Lifting temporale: si realizzano un’incisione solamente nella tempia tra i capelli e uno scollamento verso

fronte, orbita e zigomo. Si procede sollevando il sopracciglio e l’angolo esterno dell’occhio (minilifting con incisione ridottissima o per via endoscopica) e i tessuti molli sopra lo zigomo.

Lifting verticale o con cicatrice corta (MACS lift)

Il MACS lift è una tecnica recente, meno invasiva rispetto ai lifting completi, e corregge la regione della guancia e dello zigomo. L’intervento si svolge partendo dall’incisione lungo la basetta e il contorno anteriore dell’orecchio. Non si estende dietro l’orecchio e non interviene sui tessuti del collo, Lo scollamento è limitato alla regione pre-parotidea, La peculiarità sta nel disegno delle suture concentriche, permanenti, che sospendono senza tagliarlo lo SMAS e con vettore di trazione verticale differente da quelli presenti nel lifting tradizionale, E’ più indicato nelle persone con difetti moderati, relativamente più giovani,  o nei fumatori a maggior rischio di necrosi cutanee o nei lifting secondari o terziari.

Minilifting orbito-zigomatico: prevede un’incisione lunga la medesima linea di una blefaroplastica inferiore con un’estensione maggiore (di 1,5 cm) sulla periorbita esterna. Si procede con uno scollamento a livello del muscolo orbicolare. Il minilifting orbito-zigomatico ringiovanisce l’estetica della regione zigomatica fino alla piega naso-geniena e labio-geniena, la piega della pelle che con l’età compare vicino agli angoli della bocca che nelle fasi iniziali beneficia del trattamento con fillers tipo acido ialuronico.

Minilifting mento: prevede una piccola incisione ridotta orizzontale sotto il mento, una liposuzione per doppio mento e uno stiramento per sutura dei bordi anteriori dei muscoli platisma. Moderati rilassamenti della pelle e di eccesso adiposo sotto il meno possono essere trattati con iniezioni di acido ursodesossicolic che sciolgono il grasso e con  fili di sospensione riassorbibili

Lifting frontale: si effettua un’incisione lungo l’attaccatura dei capelli se la fronte è bassa oppure tra i capelli, prolungata nelle tempie. Si procede con uno scollamento sotto il muscolo frontale, una resezione dei tessuti in eccesso. In alternativa, si può effettuare un’incisione centrale ridotta tra i capelli e un ampio scollamento anteriore e posteriore, oltre che con incisioni del muscolo frontale. Il lifting frontale eleva le sopracciglia e riduce i solchi prodotti dai muscoli corrugatori. Oggi, spesso, quest’ultima tecnica di lifting viene anticipata e sostanzialmente sostituita dalle iniezioni di tossina botulinica (botox), certamente di più facile esecuzione trattandosi di una metodica ambulatoriale non invasiva.

I lifting viso frequentemente sono associati ad altri interventi nella medesima operazione: blefaroplastica, lifting del sopracciglio, liposuzione per sgrassare guance o collo e mento, lipofilling del viso nelle versioni della lipostrutturazione volumizzante o del nano-graft la cui frazione lipidica iniettata sotto pelle, specialmente nella delicata zona palpebrale e orbito-palpebrale (occhiaie) ha effetti di biorigenerazione cutanea

Le informazioni sulle eventuali controindicazioni e complicanze di ogni intervento chirurgico saranno fornite durante la prima visita, in seguito all’esame del caso specifico.

Contatti

Dr. Egidio Riggio Partita Iva 04670810961

✆ lun-ven (9-19)CHIAMA ORA
+ +

Proseguendo su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie più info

Questo sito utilizza cookie per fornire la migliore esperienza possibile: continuando a navigare senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "OK" ne permetti l'utilizzo. Grazie!

Chiudi