Breast Implant Illness: aggiornamento su ISAPS News

Marzo 16, 2020
isapsnews-2020-bii-1200x1435.png
Traduzione articolo estratto da ISAPSNEWS magazine 20, Volume 13, numero 4, pag.19-20 https://www.isaps.org/blog/
CONSIGLI PER LE PAZIENTI CON PROTESI AL SENO 
Per le donne che hanno protesi mammarie, il chirurgo plastico rimane la migliore fonte di informazioni sulla sicurezza e l'efficacia a lungo termine delle protesi mammarie, non un parere medico non scientifico che si trova su Internet in tutto il mondo. I pazienti necessitano di cure di follow-up periodiche per monitorare i loro esiti e la salute generale. Se i pazienti scelgono di rimuovere le protesi mammarie per motivi personali, questa è una decisione appropriata, proprio come se fosse stata posizionata originariamente. Potrebbe non essere possibile o consigliabile avere una capsula che è densamente aderente alle costole totalmente rimosse, per il rischio di pneumotorace. Nel caso di BIA-ALCL, la capsulectomia totale è obbligatoria. 
 SINTOMI CONNESSI ALL'IMPIANTO DI PROTESI AL SENO (Breast Implant-related symptoms
Le donne con protesi mammarie al silicone impiantate (soluzione salina e gel di silicone) già nel 1980 hanno riportato una varietà di vaghi sintomi che erano senza spiegazione medica. Le teorie non dimostrate della malattia causata da protesi mammarie sono state infine smentite. Poco si sa sulla storia della salute a lungo termine di queste donne con presunti sintomi sistemici che hanno ricevuto un risarcimento dal contenzioso Dow Corning Breast Implant degli anni '90. Nel 2011, è stato proposto di fare riferimento al termine sindrome autoimmune / infiammatoria indotta da adiuvanti (ASIA) ai sintomi legati alla precedente esposizione ad adiuvanti, uno dei quali è il silicone. I sintomi dell'ASIA possono includere segni e sintomi non specifici come dolori muscolari, dolori articolari, affaticamento, sintomi neurologici e disturbi cognitivi o lo sviluppo di una malattia autoimmune, come la fibromialgia. I dati ottenuti da questi studi hanno generalmente limiti significativi, come campioni di piccole dimensioni e mancanza di un gruppo di controllo. Alcuni pazienti con ASIA hanno riportato un miglioramento dei segni e dei sintomi sistemici a seguito dell'espianto di protesi mammarie al silicone, mentre altri no. I sintomi sistemici segnalati come ASIA sembrano identici a quello che oggi viene chiamato "malattia delle protesi mammarie". Sono emerse teorie sulla causalità autoimmune delle protesi mammarie, ma sono state ampiamente smentite negli studi pubblicati sul New England Journal of Medicine, Institute of Medicine e Annals di medicina interna. La probabilità che una donna con una storia personale o familiare di malattia autoimmune che riceve protesi mammarie che sviluppano problemi di salute non è mai stata stabilita. Gli Stati Uniti FDA, Health Canada e Australian Therapeutic Goods Administration hanno concluso: "Non ci sono prove di un aumentato rischio di malattie del tessuto connettivo con protesi mammarie. "
BII NON PUO^ ESSERE DIAGNOSTICATA ATTRAVERSO TEST SCIENTIFICI CORRENTI 
Non esiste alcun test per diagnosticare BII, né uno studio di imaging che provi la sua esistenza. Non può essere diagnosticato da un paziente che confronta i suoi sintomi con quelli elencati su Internet come BII. Sintomi simili a BII si verificano in donne che non hanno mai avuto protesi mammarie. Le donne con questi sintomi inspiegabili sviluppano forti opinioni sulla causalità, nonostante l'assenza di risultati oggettivi. Sono disperati e vulnerabili. Il primo passo deve essere visto da un chirurgo plastico per quanto riguarda lo stato delle loro protesi mammarie. Successivamente, fare riferimento a uno specialista appropriato per la diagnosi e il trattamento. Molti dei sintomi che sono attribuiti alla BII sono causati da malattie specifiche che non sono correlate alle protesi mammarie. 
 “Fino ad oggi, al meglio delle nostre conoscenze scientifiche, non sono stati condotti studi concreti o basati su prove o dati sottoposti a revisione paritaria riguardanti la formazione di una nuova sindrome: la malattia di un impianto di silicone. " Rod J. Rohrich, M.D., Plast. Ricostr. Surg. 144: 98, 2019. Ottobre - Dicembre 2019 | 
IDENTIFICAZIONE ICD-10 DI CODICE DI DIAGNOSI PER BII  L'ICD-10 è abbastanza strutturato per quanto riguarda un codice per la presenza di protesi mammarie (Z98.82), la complicazione meccanica delle protesi mammarie (T85.49XA) e la contrattura capsulare (T85.44). Esiste un enorme potenziale di diagnosi errata, maltrattamenti e danni se un codice diagnostico ICD-10 viene dato a BII e viene fornito un trattamento errato per un sintomo. Secondo la letteratura scientifica e i dati sottoposti a revisione paritaria, non ci sono prove scientifiche convincenti di sorta per giustificare la concessione di un codice di diagnosi ICD-10 per il complesso di sintomi inspiegabili dal punto di vista medico denominato malattia del seno. I vari sintomi che sono stati attribuiti da gruppi di attivisti / attivisti a BII hanno già codici di diagnosi ICD-10 e i pazienti possono cercare un trattamento attraverso questo percorso. 

BII E CHIRURGHI PLASTICHI È importante considerare le conseguenze di ciò in relazione ai pazienti. Come chirurghi plastici compassionevoli, crediamo che sia importante concentrarsi sulla mitigazione della sofferenza nonostante la caratterizzazione errata della sua causa sottostante. Le donne con questi sintomi meritano il nostro rispetto, simpatia e attenzione per comprendere questo problema. I chirurghi plastici comprendono che le donne con sintomi inspiegabili vogliono sentirsi meglio e hanno bisogno di trattamenti sicuri. I chirurghi plastici di tutto il mondo e le loro organizzazioni sperano sinceramente che un giorno le ricerche in corso possano determinare la causa precisa di questi complessi di sintomi inspiegabili dal punto di vista medico come BII e fibromialgia in al fine di mitigare la sofferenza dei pazienti e determinare chi può essere a rischio di insorgenza. Per prevenire danni ai pazienti è necessario un trattamento scientificamente provato.
Apri in Google Traduttore
 

Apri in Google Traduttore

Contatti

Dr. Egidio Riggio Partita Iva 04670810961

✆ lun-ven (9-19)CHIAMA ORA
+ +

Proseguendo su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie più info

Questo sito utilizza cookie per fornire la migliore esperienza possibile: continuando a navigare senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "OK" ne permetti l'utilizzo. Grazie!

Chiudi